UNO STILE IN CONTINUA TRASFORMAZIONE

Nel corso degli anni ho sperimentato moltissime tecniche, e non mi sono mai soffermata su un genere specifico, anzi…

Essendo la pittura il mio linguaggio spontaneo, è naturale che cambi nel tempo seguendo l’onda della mia trasformazione interiore ed evoluzione personale.

Qui a seguito solo alcune delle tecniche che ho utilizzato negli ultimi anni….


Talvolta la tecnica è diventata molto raffinata per approfondite tematiche che mi stavano particolarmente a cuore.

Studiando e percorrendo il Sentiero dello Yoga, ad esempio, ho compreso quanto la Meditazione sia un elemento prezioso per arricchire la nostra vita spirituale e rimanere centrati in quel luogo di pace interiore che ci protegge dalle intemperie dell’esistenza.

Per mesi ho lavorato a questo quadro che per me ha un valore simbolico grandissimo. Rappresenta lo stato interiore che si raggiunge con la meditazione profonda, in cui tutta l’apparenza e il superfluo svaniscono per lasciare spazio alla bellezza dell’essenziale e al valore della semplicità. In quello stato di profonda quiete possiamo sperimentare come il buio diventi condizione indispensabile per poter incontrare e seguire la nostra luce interiore.


Dipingere in Natura connessi con i ritmi di ciò che ci circonda ci aiuta a sentirci parte di un unico grande disegno universale. Da qui ha preso forma un genere di quadri Mandala a cui mi sono dedicata per qualche tempo.


La parola “Mandala” deriva dal sanscrito e significa Cerchio, Ciclo. Con la parola Mandala si intende “la totalità, l’essenza” (manda) e “colui che possiede l’essenza” (-la). Riferendosi a un cerchio, il Mandala è una rappresentazione essenziale e geometrica del mondo e del cosmo, dell’universo intero. Secondo la tradizione induista questa figura concentrica è un simbolo spirituale che trasmette calma e serenità a chi la disegna. Dedicarsi a colorare un Mandala porta una sensazione di pace con se stessi e con il mondo circostante. Oltre ad essere una forma d’arte, i mandala venivano usati per focalizzare l’attenzione e per definire uno spazio sacro; applicarsi a questo rituale aiuta la meditazione.

Seguendo la tradizione essi venivano realizzati interamente con sabbie colorate e piccole cannucce o imbuti, che servivano a incanalare i granelli di sabbia nei punti desiderati per ottenere la creazione del disegno. Un aspetto molto interessante e stupefacente dei mandala tibetani è che una volta creati, dopo settimane e a volte mesi di lavoro, venivano completamente distrutti per simboleggiare l’impermanenza del mondo materiale e il non attaccamento ad esso.

Essi esprimono quindi la forza della distruzione e della rinascita.


Polvere glitter oro, argento, rossa, viola per illuminare le gocciolature di colore di un grande quadro di 150 cm x 100 cm. Un’opera che da sola arreda e trasmette vitalità ed energia grazie al dinamismo della tecnica.


Linee essenziali per arrivare al cuore del messaggio in un quadro dedicato alle Donne. Per ricordarci che dal Dolore nasce sempre il Coraggio di volare.

Farfalla brillante con glitter colorati, e applicazioni in rilievo nelle gocce di lacrime.


Dettaglio di un’opera con finitura cristallo e lettere in rilievo. Magia della parola AMORE sospesa a filo dell’acqua.


Tecnica mista con materiale a rilievo, in un alternanza di finitura opaca e lucida a effetto acqua .


Tecnica mista per realizzare questo quadro di 120 cm x 70 cm in acrilico con finitura brillante in glitter.


Tecnica mista effetto rilievo e alternanza di colore denso e fluido in questo dettaglio tratto da un’opera astratta.

E molto altro…..